top of page

Ageismo e Stereotipi sull’Età nel Settore Cosmetico




Specchio, specchio delle mie brame, chi è la più bella del reame? Se nella tua mente emerge l'immagine di un viso giovane, allora è il momento di abbattere quegli stereotipi. Viviamo in un mondo dove la giovinezza è venerata come un gioiello prezioso, e il settore cosmetico ne è stato l'apostolo, promuovendo l'illusione di una bellezza eterna. Ma riflettiamo: non è paradossale che un settore così innamorato della bellezza non riconosca il fascino dell'invecchiamento?



Profilo di Donna Anziana Elegante e Bella Che Va Oltre gli Stereotipi sull'Età.


L'invecchiamento è un processo naturale come il calare del sole, ma spesso viene visto come qualcosa da evitare. Rughe, segni del sorriso, capelli bianchi: troppo spesso sono considerati imperfezioni da camuffare, non come testimonianza di un vissuto ricco. Per anni, il settore cosmetico, tra ritocchi fotografici e miracolosi elisir anti-età, ha influenzato e modellato la nostra idea di bellezza. Ma non è giunto il momento di liberarci da queste catene?


Questo articolo non vuole solo sollevare il dibattito sull’ageismo e sugli stereotipi legati all'età nel mondo della cosmesi. È un appello al cambiamento, un desiderio di una concezione della bellezza che abbracci e celebri ogni fase della vita.


Ageismo e Stereotipi sull’Età nel Settore Cosmetico


Da sempre, il settore cosmetico funge da specchio, riflettendo l'ossessione della società per la giovinezza. Uno specchio che distorce l'immagine dell'invecchiamento, rappresentandolo come un difetto e non come una parte naturale della vita. Ma cosa dice la scienza a riguardo? Scendiamo nei dettagli dei dati per scoprirlo.


Uno studio del 2008 pubblicato nel Cambridge Journal of Ageing and Society parla del concetto di "invecchiamento visibile e invisibile".


Suggerisce che l'invisibilità sociale nasce dai segni visibili dell'invecchiamento, spingendo le donne a rendere impercettibili le loro età cronologiche attraverso trattamenti estetici.

Questa ricerca approfondisce le teorie sull’ageismo (ovvero tutti quei pregiudizi e discriminazioni nei confronti di una persona in base all’età, ben spesso più rivolti alle donne che agli uomini), offrendo un esempio di come le esperienze delle donne sull'invecchiamento e l'età siano profondamente ancorate alle norme sociali.


Il QUEST Observatory, uno studio osservativo online, ha esaminato le percezioni delle donne sulla bellezza del viso e le strategie che adottano per contrastare gli effetti del tempo. Lo studio ha scoperto che le pressioni sociali e gli standard del settore cosmetico spingono spesso le donne a ricorrere a trattamenti cosmetici e prodotti di bellezza per mantenere un aspetto giovanile.


L'Oxford Institute of Population Ageing osserva che la cosmesi ha da tempo concentrato l'attenzione sull'aspetto giovanile, ottenendo notevoli profitti con prodotti e servizi anti-invecchiamento. Tuttavia, nuove tendenze stanno passando dall’“anti-ageing” all’“embracing ageing”, segnalando un possibile cambiamento negli atteggiamenti della società.


Queste ricerche e testimonianze sottolineano la necessità di un cambiamento nell'approccio del settore cosmetico all'invecchiamento. È ora di sostituire questo specchio distorto con uno chiaro, che rifletta la vera bellezza dell'invecchiare. Il Dr. Verschoore, esperto nel campo della dermatologia, ha dichiarato in un'intervista con Cosmetics Design Europe:


"La parola “anti-invecchiamento” ovviamente è un po' problematica da usare, ma usare parole come “sani” e “non stressati” è probabilmente la tendenza verso cui ci stiamo dirigendo. Sapete, bellezza e salute della pelle sono strettamente collegate."

I dati parlano chiaro: l'invecchiamento non è un difetto da nascondere, ma un processo naturale da accettare. Il mondo della cosmetica deve adeguarsi a questa realtà.



Ageismo e Stereotipi dell'Invecchiamento nella Pubblicità


Nel mondo della pubblicità, l'età è spesso trattata come un tabù. Il settore cosmetico, in particolare, è noto per aver messo ai margini la fascia demografica più anziana, presentando una visione ristretta e irrealistica dell'invecchiamento. Ma perché succede, e quale impatto ha sulla nostra percezione dell'invecchiamento?


Secondo il Centre for Ageing Better, il settore pubblicitario ha contribuito a promuovere narrazioni anti-invecchiamento. Il settore cosmetico è saturo di campagne per creme antirughe e idratanti anti-invecchiamento, con l'invecchiamento rappresentato come qualcosa contro cui lottare. Questa rappresentazione non è solo fuorviante ma anche dannosa, rafforzando gli stereotipi legati all'età e contribuendo all’ageismo e alle sue continue discriminazioni.

La mancanza di persone anziane nella pubblicità è sorprendente. Uno studio del 2022 el Center for Healthy Aging ha scoperto che solo il 15% delle immagini online di diversi marchi, leader, siti di notizie e account dei social media con oltre 1 milione di follower includeva adulti sopra i 50 anni, nonostante gli adulti più anziani rappresentino il 46% della popolazione adulta degli Stati Uniti.


Tuttavia, ci sono segnali di cambiamento. Il concorso 'Diversity in Advertising' di Transport for London ha assegnato £500.000 in pubblicità gratuita alla migliore campagna pubblicitaria inclusiva per l'età. Il prodotto vincente, Replens, un marchio di idratante intimo, ha utilizzato l'audace slogan "il sesso non invecchia mai", sfidando le rappresentazioni unidimensionali delle persone anziane nella pubblicità.


Post Lebubè sfida l'etàismo, mostra signora anziana stilosa per diversità.

I vantaggi della pubblicità inclusiva per l'età sono chiari. Non solo offre una rappresentazione più realistica dell'invecchiamento, ma ha anche un buon senso commerciale. Entro il 2040, una persona su quattro avrà più di 65 anni e si prevede che le famiglie con persone over 50 spenderanno £550 miliardi l'anno. Questo è £221 miliardi in più rispetto alla spesa prevista delle famiglie più giovani (Centre for Ageing Better, 2021).


Il settore pubblicitario deve prendere coscienza di questa realtà. L'invecchiamento non è un difetto da nascondere, ma un processo naturale da accettare. È tempo che il settore cosmetico lo rifletta nella sua pubblicità. Come afferma il Centre for Ageing Better , "cambiare le loro strategie per essere più inclusivi per l'età è sia una scelta socialmente consapevole che astuta dal punto di vista degli affari."


Le Realtà dell'Invecchiamento


Invecchiare è un processo naturale che ogni individuo attraversa, e ciò non diminuisce la bellezza o il valore di una persona. Infatti, con l'età arrivano profondità di esperienza, saggezza e storie che sono incise in ogni linea e ruga, ognuna narrando un capitolo della vita di una persona. Questi non sono solo segni dell'avanzare degli anni; sono medaglie d'onore, rappresentano sfide superate, risate condivise e lezioni apprese.


In molte culture in tutto il mondo, gli anziani sono venerati e rispettati, non solo per la loro età, ma per la ricchezza di conoscenze ed esperienze di vita che portano nella comunità. I loro capelli argentei non sono visti come un segno di declino, ma come una corona di distinzione. Allora, perché, nel mondo della bellezza e dei media, l'invecchiamento è spesso rappresentato come qualcosa contro cui combattere, piuttosto che come qualcosa da abbracciare?


Mettiamo le cose in chiaro. L'idea che invecchiare equivale a declino è un mito diffuso.


Secondo la Harvard T.H. Chan School of Public Health, sebbene l'invecchiamento comporti certe sfide, è anche un periodo in cui molti conducono vite vibranti e appaganti.

Il National Institute on Aging sottolinea anche l'importanza dell'attività fisica regolare, suggerendo che chi rimane attivo goda di più anni di salute e vitalità.


Ma l'invecchiamento non riguarda solo l'aspetto fisico. È una celebrazione delle esperienze di vita, delle relazioni e della saggezza che accumuliamo lungo il cammino. Un articolo di BBC Future evidenzia i numerosi benefici dell'invecchiamento, come migliori capacità di risolvere problemi e una maggiore resilienza emotiva.


La bellezza intrinseca dell'invecchiamento non è solo superficiale. Risiede nella sicurezza che deriva dal conoscere meglio se stessə, nella grazia con cui si affrontano gli alti e bassi della vita, e nella libertà dalle pressioni sociali che spesso affliggono i nostri anni più giovani. È nelle storie che possono essere condivise, nei consigli che possono essere dati e nelle connessioni autentiche che possono nascere da una profonda comprensione.


È tempo di cambiare la narrativa e celebrare l'invecchiamento per ciò che è veramente: un tributo a una vita piena di ricordi, sfide e trionfi. Ogni ruga e ogni capello grigio è un capitolo della nostra storia, un segno delle avventure intraprese e degli ostacoli che abbiamo superato con grazia.



L'Impatto dell’Ageismo e degli Stereotipi sull'Età


Gli stereotipi legati all'invecchiamento e l’ageismo hanno profondi impatti, non solo a livello individuale, ma anche sulle percezioni e atteggiamenti della società. Questi fraintendimenti, spesso perpetrati dai media e dalla cultura popolare, descrivono l'invecchiamento come una fase di declino, perdita e valore decrescente. Ma le ripercussioni dell’ageismo e di questi stereotipi sono vasti e profondamente radicati.


Per moltə, questi stereotipi si traducono in una paura dell'invecchiare, portando ansia e una costante ricerca della giovinezza. Secondo uno studio del 2022 pubblicato nella National Library of Medicine, l'interiorizzazione di queste credenze negative può addirittura influire sulla salute fisica, accelerando il processo di invecchiamento. È una profezia che si autoavvera: quando le persone credono che invecchiare sia sinonimo di declino fisico e cognitivo, sono più inclini a sperimentarlo.


Mani Invecchiate di Una Donna Anziana con Segni di Rughe e Macchie da Sole

A livello psicologico, ageismo e stereotipi sull’età possono erodere l'autostima. Gli individui, in particolare le donne, spesso si sentono sotto pressione per mantenere un aspetto giovanile, portando a un aumento delle procedure cosmetiche e a un fiorente settore anti-invecchiamento. Un rapporto dell'AARP rivela che quasi 2 donne su 3 di età superiore ai 50 anni vengono regolarmente discriminate e si sentono giudicate in base alla loro età. E  l’81% di loro ha sentito la pressione di apparire o comportarsi in un certo modo sul lavoro.


Infatti, questi stereotipi sull’età perpetuano ulteriori pregiudizi sul posto di lavoro e nella società in generale. Gli individui più anziani spesso affrontano discriminazioni, venendo percepiti come meno competenti o adattabili. Ciò non solo limita le opportunità per gli adulti più anziani, ma priva anche le organizzazioni dell'inestimabile esperienza e saggezza che portano con sé.


È essenziale riconoscere il peso dell’ageismo e degli stereotipi sull’invecchiamento e sfidarli attivamente. Facendo ciò, possiamo promuovere una società che valuti gli individui in tutte le fasi della vita, apprezzando le prospettive e le esperienze uniche che accompagnano ogni anno che passa. Dopotutto, l'invecchiamento è un viaggio che tutti intraprendiamo, ed è giunto il momento di celebrarlo per il processo bello e arricchente che realmente è.



Alcuni Esempi di Influencer e Aziende che Sfidano Ageismo e Stereotipi sull’Età


Nonostante ageismo e stereotipi sull’età siano ormai purtroppo molto diffusi, alcunə influencer e marchi pionieristici nel settore cosmetico stanno prendendo provvedimenti per sfidare e cambiare queste percezioni. I loro sforzi non riguardano solo la promozione di prodotti, ma la ridefinizione del racconto sull'invecchiamento.


Influencer in Prima Linea


Questo gruppo di quattro uomini tra i 60 e i 70 anni ha guadagnato un'enorme seguito su TikTok per le loro azioni brillanti, divertenti e affermative.

Baddie Winkle è diventata una sensazione di internet alla fine degli anni '80. È conosciuta per il suo stile vivace e il suo messaggio di vivere la vita al massimo a qualsiasi età.



Marchi Pionieri dell'Inclusività dell'Età


L'Oréal ha compiuto grandi passi nella promozione dell'inclusività e nella sfida all’ageismo e agli stereotipi sull'età. Hanno una gamma diversificata di modelli di tutte le età che rappresentano i loro prodotti e hanno lanciato campagne come "Age Perfect", specificamente rivolte ai consumatori più anziani.


Questə influencer e marchi stanno riscrivendo la narrativa, mostrando che l'età non è una barriera ma un qualcosa di cui andare fieri. I loro sforzi stanno ridefinendo il settore, rendendolo più inclusivo e rappresentativo di tutti i gruppi di età. Mentre sfidano lo status quo, aprono la strada per un panorama di bellezza più inclusivo e positivo verso l'età.



Post Lebubè contro etàismo, donna matura con ombretto verde, celebra diversità.

Il Futuro: Abbracciare l'Inclusività dell'Età



Immagina un mondo in cui ciascuna ruga custodisce un racconto, ogni segno lasciato dal sorriso si trasforma in un simbolo di gioia e il passare degli anni viene festeggiato, non occultato. Questa è la visione di un domani che coltiviamo nel mondo della cosmesi. L'incedere dell'età non rappresenta affatto un declino; piuttosto, è il fiorire nella massima espressione di noi stessi. Il settore della cosmetica si trova sull'orlo di una vera rivoluzione, in cui l'inclusività dell'età non è soltanto una moda passeggera, ma un valore cardine. Fermati un attimo a riflettere: perché dovremmo concedere una data di scadenza alla bellezza? L'opportunità è ampia per questo settore e, oserei dire, sorge un dovere di guidare questo cambiamento. Abbracciando ogni fase dell'età, esaltando la bellezza in ogni stadio della vita e liberandoci dall’ageismo e dagli stereotipi legati all'età, possiamo stabilire nuovi standard luminosi.


Siamo sincerə, l'invecchiamento non è il nemico; rappresenta un viaggio, un meraviglioso percorso tortuoso arricchito da insegnamenti, affetto e memorie. È giunto il momento che ognuno di noi, soprattutto nel contesto del settore cosmetico, sostenga questa verità. Perché la vera bellezza risiede nell'autenticità, nell'accettazione e nella celebrazione di ogni istante del nostro naturale processo di invecchiamento. Pertanto, innalziamo il calice ad un futuro in cui ogni fase dell'età brilla come un'epoca d'oro!



Domande Frequenti



Cosa sono gli stereotipi sull’età?


Uno stereotipo sull'età è una credenza o assunzione generalizzata sugli individui basata esclusivamente sulla loro età, portando spesso a fraintendimenti sulle loro capacità, preferenze o comportamenti.



Cos'è l'ageismo?


L'ageismo è la discriminazione o pregiudizio contro gli individui basato sulla loro età, manifestandosi spesso in atteggiamenti, comportamenti o strutture sociali negativi che emarginano individui più anziani o più giovani.



Qual è un esempio di stereotipi sull'età?


Un esempio di stereotipi sull'età è credere che gli individui più anziani siano tecnologicamente inetti o che i giovani siano irresponsabili.



Quali atteggiamenti stereotipati sono associati all'Invecchiamento?


Gli atteggiamenti stereotipati comuni associati all'invecchiamento includono la visione degli individui anziani come fragili, dimentichi, resistenti al cambiamento o meno competenti dei loro coetanei più giovani.



Come fermare gli stereotipi sull'età?


Per fermare gli stereotipi sull'età, è essenziale sensibilizzare, promuovere interazioni intergenerazionali, sfidare credenze distorte e incoraggiare i media e le aziende a ritrarre l'età in una luce più realistica e positiva.



Cos'è l'ageismo nel settore cosmetico?


L'ageismo nel settore cosmetico si manifesta nella promozione degli standard di bellezza giovanili, mettendo in secondo piano i modelli più anziani e commercializzando prodotti che enfatizzano l'anti-invecchiamento, trascurando spesso la bellezza dell'invecchiamento naturale.



Come il settore cosmetico ha influenzato le percezioni sociali sull'invecchiamento?


Il settore cosmetico, con la sua enfasi sugli standard di bellezza giovanili e sui prodotti anti-invecchiamento, ha giocato un ruolo significativo nella formazione delle norme e delle percezioni sociali sull'invecchiamento.



Come il settore della pubblicità ritrae l'invecchiamento?


Il settore della pubblicità spesso ritrae l'invecchiamento come una condizione da combattere, enfatizzando prodotti e trattamenti anti-invecchiamento e frequentemente escludendo o emarginando individui anziani nelle campagne.



Cos'è l'ageismo nella pubblicità?


L'ageismo nella pubblicità si riferisce a come il processo di invecchiamento viene rappresentato nelle campagne mediatiche, spesso con un pregiudizio verso le apparenze giovanili ed emarginando la fascia demografica più anziana.



Come gli stereotipi sull'invecchiamento possono influenzare l'autostima di un individuo?


Gli stereotipi sull'invecchiamento possono erodere l'autostima di un individuo, portandoli a sentirsi sottovalutati, emarginati o sotto pressione per conformarsi agli standard sociali di bellezza e comportamento.



Come l'ageismo colpisce le persone di tutte le età?


L'ageismo colpisce le persone di tutte le età perpetuando stereotipi, limitando opportunità e promuovendo ambienti in cui gli individui vengono giudicati o discriminati sulla base della loro età piuttosto che delle loro capacità o contributi.

13 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Yorumlar

5 üzerinden 0 yıldız
Henüz hiç puanlama yok

Puanlama ekleyin
bottom of page